Ecco la nuova Cervélo R5-CX da cross di Marianne Vos e Wout Van Aert

Lanciata la scorsa settimana, la nuova bici da cross di Cervélo è già un successo

All'inizio di quest'anno, e nonostante il contratto tra la squadra e il marchio canadese, i corridori della Jumbo-Visma che gareggiavano nel ciclocross non correvano su biciclette Cervélo. I pluricampioni del mondo Marianne Vos e Wout Van Aert continuavano infatti a usare biciclette Bianchi, verniciate di giallo e nero e con alcuni adesivi riportanti il nome dello sponsor sul telaio. Per Cervélo non è stato il miglior inizio in assoluto con la squadra olandese e l'azienda ha dovuto mettersi al lavoro in fretta per avere una bici da cross pronta per la stagione 2021-2022.

Leggi anche: le migliori bici da gravel del Rouleur Live

La R5-CX è stata lanciata ufficialmente la scorsa settimana e – con la vittoria di potenza di Wout van Aert nel SuperPrestige Boom – non avrebbe potuto iniziate meglio. Cervélo l'ha descritta come una bici da campioni del mondo e l'input dei suoi corridori più esperti è stato fondamentale in fase di sviluppo. Tuttavia, la R5-CX era già stata vista in azione prima della vittoria di Van Aert.Il nuovo modello di Cervélo aveva infatti debuttato nella tappa nordamericana di Coppa del Mondo a ottobre, quando Marianne Vos aveva ottenuto due vittorie di fila a Waterloo, in Iowa. È anche importante notare, però, che questa non è la prima volta che Cervélo si diletta nel mondo del ciclocross. Nel 2007, infatti, il marchio aveva sponsorizzato Jonathan Page, il primo americano a salire sul podio della Coppa del Mondo, e aveva creato una bici chiamata R3 Cross (modello che non fu mai disponibile per il grande pubblico).

E così come la R3 Cross, anche la nuova R5-CX prende ispirazione dai modelli da strada di Cervélo, in particolare la leggera R5, anche lei lanciata da poco. Il loro design è infatti simile, tuttavia, il marchio canadese spiega che la guida e gestione della R5-CX sono sviluppate specificatamente per le esigenze dei ciclocrossisti, e in particolare a partire dai test di Vos e Van Aert.

Leggi anche: i migliori guanti per andare in bici d'inverno

Una delle differenze chiave tra la R5 e la R5-CX è che mentre la R5 monta un movimento centrale BBRight press-fit, la sua sorella da ciclocross dispone di un BB filettato (notizia che sarà accolta con giubilo dai molti scettici del press-fit). Questo perché Cervélo spera che il BB filettato sia più durevole per una bici che probabilmente sarà lavata a getto e messa alla prova in condizioni estreme. Il marchio ha ancora l'obiettivo di mantenere alcune caratteristiche del BBRight, come le coppe asimmetriche anche se inserite in un foro di dimensioni T47.

L'R5-CX differisce dalla R5 anche nella geometria del telaio. Disponibile in quattro misure diverse, la versione da cross mantiene lo stesso raggio d'azione della R5 ma offre un'altezza di stack inferiore e foderi più lunghi, con l'obiettivo di aiutare la stabilità fuoristrada. In un altro tentativo di migliorare la sua maneggevolezza, il movimento centrale è anche situato più in alto per evitare gli ostacoli e il fango delle gare di cross. Un interasse leggermente più lungo offre poi una maggiore distanza tra gli pneumatici.
A riportare la R5-CX più vicina alla R5, però, ci pensa il reggisella a forma di D – aggiunto alla CX su richiesta di Vos e Van Aert. Cervélo spiega che questo aggiunge maggiori opzioni di set-up e mantiene la sella rivolta in avanti in caso di caduta. Il doppio morsetto del sellino aggiunge anche stabilità e permette alle stelle della Jumbo-Visma di fidarsi ciecamente della loro bicicletta. Nel tentativo poi di fermare l'acqua e la sabbia che potrebbero rendere il cambio difficoltoso, la R5-CX dispone di cablaggio completamente integrato – una caratteristica ormai comune a molti modelli. Oltre al fango selvaggio, infatti, anche sabbia e neve metteranno a dura prova i corridori nella stagione di ciclocross e l'opzione di Cervélo potrebbe rivelarsi vincente. Anche se i meccanici della Jumbo non necessariamente ringrazieranno per il pensiero.

Leggi anche: le migliori giacche per andare in bici d'inverno

La R5-CX è compatibile soltanto con trasmissioni elettroniche o wireless e non può ospitare gruppi meccanici, il che significa che Cervélo non offre ancora modelli 'base' per il cross.

Quelli di voi che stanno già pensando di mettere le mani sulla R5-CX, dovranno aspettare almeno fino alla prossima estate. Al momento, infatti, la R5-CX è disponibile soltanto per i professionisti. E Cervélo non potrebbe avere due mascotte migliori di Vos e Van Aert.